pixel

Sukhothai

 

Info generali

Sukhothai – che in Thai significa “Alba della Felicità” – è una cittadina di 37,000 abitanti, situata 430 km a nord di Bangkok. Vedi Mappa

Da un punto di vista amministrativo, Sukhothai è il capoluogo dell’omonima provincia (la più meridionale tra le province della Thailandia del Nord).

La città attuale, per distinguerla dall’antica capitale del regno, è stata denominata Sukhothai Thani o New Sukhothai.

I principali itinerari della provincia sono rappresentati dal Sukhothai Historical Park e dal Si Satchanalai Historical Park, siti archeologici riconosciuti ufficialmente dall’UNESCO nel Dicembre 1991.

Cenni Storici

Sukhothai fu un importante centro commerciale ed avanposto dell’Impero Khmer.

Nel 1238, a causa di una politica fiscale proibitiva, la popolazione si ribellò e proclamò la propria indipendenza.

La rivoluzione fu guidata da due nobili fratelli, Po Khun Phameung e Po Khun Bangklanghao.

Quest’ultimo fu proclamato sovrano del neo-costituito Regno di Sukhothai con il nominativo di Sri Intraditya (1238-1270), dando inizio alla Dinastia Reale Phra Ruang.

Nacque così il Regno di Sukhothai, periodo storico considerato l’inizio della civiltà Thai.

Ramkhamhaeng Il Grande

Alla morte del sovrano Sri Intraditya, salì al trono il figlio maggiore Ban Mueang (1270-1279).
Alla morte di Ban Mueng, gli successe il fratello Ramkhamhaeng.

Quest’ultimo, denominato “Ramkhamhaeng The Great” (Ramkhamhaeng Il Grande), governò il Regno di Sukhothai dal 1279 al 1298.

Durante il Regno di Ramkhamhaeng il regno raggiunse la massima espansione territoriale.

Il Regno di Sukhothai comprendeva a nord Luang Prabang e Vientiane (attuale Laos), ad ovest parte dell’attuale Stato Shan (attuale Myanmar) ed a sud parte della Penisola Malese.

Ramkhamhaeng proclamò il Buddhismo Theravada religione ufficiale del Regno e descrisse il periodo storico attraverso delle incisioni su una stele di pietra.

Quest’ultima, denominata “La Stele di Ramkamphaeng”, fu ritrovata soltanto 600 anni dopo dal sovrano Mongkut (Rama IV, 1851-1868).

Tali incisioni sono considerate dagli storici la base dell’alfabeto dell’attuale lingua Thai.

La stele di Ramkhamhaeng è attualmente custodita presso il Museo Nazionale di Bangkok.

Una copia è esposta in prossimità del Monumento di Ram Khamhaeng (foto sotto).

Il declino del regno

Nel corso del XIII secolo, iniziò il lento ed inesorabile declino del regno. Molte province si ribellarono e proclamarono la propria indipendenza: dapprima Uttaradit, Luang Prabang e Vientiane al nord; a cui seguirono Tak e la potente provincia di Suphanburi al sud.

Nel 1378 le truppe del Regno di Ayutthaya presero il controllo della capitale, ed il sovrano Loethai (Phra Maha Thammaracha II, 1368-1399) spostò la capitale del regno a Phitsanoluk.

Alla morte del sovrano Sailuethai (1419), i due figli litigarono per l’ascesa al trono.

Intervenne nuovamente il Regno di Ayutthaya, dividendo il Regno di Sukhothai.

La sorella dei due eredi al trono sposò Re Borommaracha II, sovrano di Ayutthaya.

Dalla loro unione nacque il Principe Ramesuan, che nel 1428 fu proclamato sovrano del regno.

Nel 1448 Ramesuan annesse Sukhothai al Regno di Ayutthaya.

Clima

La provincia di Sukhothai è caratterizzata da 2 stagioni ben definite:

  • la stagione delle piogge, da Maggio ad Ottobre con 10-15 giorni piovosi al mese e temporali frequenti;
  • la stagione secca, da Novembre ad Aprile, con precipitazioni ridotte ai minimi termini.

Marzo, Aprile e Maggio sono i mesi più caldi, con temperature che raggiungono i 35-37°C.

Da Novembre a fine Gennaio, la provincia di Sukhothai è caratterizzata da una elevata escursione termica giornaliera, con temperature minime nell’ordine di 13-18°C.

Statisticamente, Agosto e Settembre sono i mesi più piovosi dell’anno.

⇒ Vedi CLIMA THAILANDIA

Cosa vedere a Sukhothai

I principali itinerari della provincia sono rappresentati dal Sukhothai Historical Park e dal Si Satchanalai Historical Park, siti archeologici risalenti al Regno di Sukhothai (1238-1378), classificati ufficialmente tra i patrimoni dell’UNESCO.

Come arrivare a Sukhothai

Aereo

Bangkok Airways, proprietaria dell’aeroporto di Sukhothai (Codice IATA: THS), propone due voli giornalieri da/per Bangkok.

Il volo da Bangkok ha una durata di circa 1 ora e 15 minuti.

Autobus

Dal Mochit Northern Bus Terminal sono disponibili numerosi autobus di linea e privati con destinazione Sukhothai (con partenze dalle 07:00 alle 20:00).

Il viaggio in minivan/autobus ha una durata complessiva di circa 8 ore.

Treno

La stazione ferroviaria più vicina è Phitsanulok.

Dalla stazione centrale Hua Lumphong di Bangkok la tratta in treno fino a Phitsanulok ha una durata di circa 6 ore.

Arrivati a Phitsanulok si procede in minivan/autobus alla volta di Sukhothai (60km)

VACANZETHAI | Web Logo Footer

VACANZETHAI Co. Ltd.

TAT License N.11/08291
TAX ID 0105557024688

29th Fl. Central World Tower
999/9 Rama I Road, Pathumwan
Bangkok 10330 Thailand

tour operator thailandia, thailandia viaggio, thailandia viaggi organizzati, thailandia vacanza. Pacchetti vacanza thailandia, tour thailandia e mare, pacchetti thailandia, thailandia offerte. Thailandia tour, tour della thailandia, tour nord thailandia e tour thailandia agosto